Phishing, che cos’è e quanto costa all’economia italiana la truffa online

Si chiama phishing e con poco ti ruba i dati di carte di credito e di conti correnti
Pubblicato il Agosto 21, 2018, 4:38 pm
2 mins

Oggi le truffe viaggiano su internet, si ricevono ogni giorno decine di mail con richieste varie tra super vincite e repliche dei portali dei principali istituti di credito italiani che chiedono di inserire i dati personali e delle carte di credito per verificare i dati. Purtroppo in molti cadono in questa rete e puntualmente rilasciano dati sensibili che vengono utilizzati per svuotare letteralmente conti correnti e carte di credito. Oggi con l’avvento dei social network la minaccia aumenta ancora di più con i messaggi che veicolano anche su bacheche, gruppi e messaggi privati.

I crimini digitali sono in aumento e colpiscono l’economia delle famiglia e successivamente quella nazionale

La cosa certa più volte confermata sia dagli istituti di credito che dalla polizia postale è che la vostra banca non vi chiederà mai dei dati sensibili via mail o via Facebook, quindi il consiglio da dare è senza dubbio uno solo: se notate nella vostra posta un simile messaggio ignorate e se potete denunciate in modo che le forze dell’ordine possano risalire al mittente.

Questa tecnica di truffa è aumentata di anno in anno anche con l’espandersi delle connessioni internet, pensate che quest’anno, che deve ancora finire, sono stati contati 445 mila attacchi di phishing, nel 2010 sono stati 187200, vi renderete subito conto quanto realmente siamo sotto attacco. Anche in italia le truffe andate a buon fine sono moltissime e spesso intaccano l’economia famigliare che poi ovviamente si ripercuote su quella nazionale.

Secondo alcuni calcoli il cyber crime ha un costo che si avvicina ai 500 miliardi di euro, una cifra enorme seconda solo al narcotraffico, da qui l’idea di quanto questo tipo di crimine si stia propagando in maniera virale. Una piaga che molto probabilmente l’utente italiano ancora non è pronto a combattere segno che spesso anche la mancanza di preparazione dal punto di vista informatico svolge il suo ruolo. In un mondo che va verso la digitalizzazione totale, parlare di informatica non è più settoriale ma diventa di fondamentale importanza. Nelle vecchie scuole materie come storia, geografia e italiano erano le basi, ecco aggiungerei a queste tre elementi di informatica per capire e iniziare a proteggerci dai crimini digitali.

Siamo dei Don Chisciotte che crediamo in un sogno, quello di dire la verità senza se e senza ma, senza costrizione ne tanto meno minacce. Ci riusciremo? Chi lo sa voi nel frattempo seguiteci.

Leave a Reply

  • (non pubblicata)