Vaccinazioni obbligatori si, no, forse. A chi spetta la decisione?

I vaccini fanno male? Chi lo decide i no vax senza competenze mediche?
Pubblicato il Agosto 06, 2018, 4:07 pm
2 mins

Spesso quando una cosa è obbligatoria ti prende quel desiderio di non rispettare l’imposizione.
La scelta di sottoporre i propri figli alla vaccinazione deve seguire altre logiche, altri sono i ragionamenti i da fare, non è un problema di obbligo, ma di convincimento personale.
Si deve decidere in perfetta autonomia, ma solo dopo aver acquisito il maggior numero di informazioni. Non si tratta di un problema politico, credere o meno ad una ideologia, ma di un problema scientifico.

La decisione spetta alle famiglie ma con la giusta informazione

È necessario formarsi una propria opinione, ascoltare varie campane preparate sull’argomento, e, solo dopo aver attentamente valutato i pro ed i contro, decidere.

La decisione non avrà un impatto solo sulla famiglia, ma anche sulle altre persone che usualmente frequenti. Una malattia contagiosa si propaga e colpisce anche gli altri.

Non tutti i politici sono preparati sull’argomento, molti hanno preparazione in settori diversi dalla medicina e recitano i suggerimenti proposti dal loro gruppo parlamentare.
I medici sono coloro che hanno le conoscenze del fenomeno giuste e sono in grado di spiegare i vantaggi o gli svantaggi della vaccinazione. Sono anche in grado di rispondere ai quesiti o ai dubbi ed aiutarti a decidere.
Molti anni fa fu debellata la poliomielite con una vaccinazione obbligatoria. Questa  malattia agli inizi dello scorso secolo fece molte vittime, con segni fisici evidenti su chi è sopravvissuto alla malattia.
Oggi, tra le nuove generazioni, pochi la conoscono a chi va il merito? Il merito è della vaccinazione.

Siamo dei Don Chisciotte che crediamo in un sogno, quello di dire la verità senza se e senza ma, senza costrizione ne tanto meno minacce. Ci riusciremo? Chi lo sa voi nel frattempo seguiteci.

Leave a Reply

  • (non pubblicata)