Il Reddito di Cittadinanza e le Spese Immorali

Il reddito di cittadinanza per chi non ha un lavoro e che ha bisogno di soldi per vivere e per condurre una vita serena
Pubblicato il Gennaio 02, 2019, 4:17 pm
2 mins

Quando vi dico “spese immorali”, a cosa pensate? Che cosa potrebbe venirci in mente? Immorale, dopotutto, è anche una parola abbastanza forte: racchiude in sé quelle attività che rendono poco raccomandabile una persona, una cosa, un’azione. Tuttavia, in questa accezione, dobbiamo dire qualcos’altro: le spese immorali spesso sono quelle piccole felicità che si concede una persona ogni tanto.

Le spese immorali sarebbero gli sfizi in pratica, ma sarà davvero così che funzionerà il reddito di cittadinanza?

Ma quali possono essere queste spese immorali? Un pacchetto di sigarette, mettere da parte i soldi per le vacanze, comprare un nuovo oggetto tecnologico, come un telefono o la televisione, ma anche un semplice profumo. Insomma, beni che potremmo definire di “seconda necessità”, non beni primari, come il cibo o l’acqua.

In questo ultimo periodo ha “smosso” le acque del web il reddito di cittadinanza e credo continuerà a farlo per parecchio tempo. Finora, era stato visto come una sorta di “speranza” da parte degli italiani che avrebbero voluto concedersi un po’ di tregua e permettersi di vivere ma anche un desiderio. Dopotutto, spendiamo i nostri soldi per pagare le bollette, riempire il frigo, mandare a scuola i nostri figli ed essere in regola con l’affitto.

Tuttavia, il bancomat del reddito di cittadinanza non può essere assolutamente strisciato nei negozi che vendono beni di seconda necessità. Andate da Unieuro e sbagliate Bancomat? Aspettatevi una visita della guardia di finanza a casa. Succederà? Chi lo sa, sta di fatto che questa al momento è la realtà dei fatti.

Che cosa succede se pago l’iPhone con il Reddito di Cittadinanza?

È addirittura prevista una pena di sei anni di carcere per chi acquista beni immorali con il Reddito di Cittadinanza. Sì. Andrete in carcere per colpa dell’iPhone.

Insomma, ci diranno loro come potremo spendere il denaro che tecnicamente ci spetta di diritto, in quanto italiani. Volevate andare in vacanza dopo anni che non ve ne permettete una? Be’, i vostri piani sono stati rovinati. Ah! Dovremmo anche aggiungere che non potrete dare questi soldi ai vostri figli come “paghetta”.

Insomma, fate molta attenzione o rischiate grosso!

 

 

Siamo dei Don Chisciotte che crediamo in un sogno, quello di dire la verità senza se e senza ma, senza costrizione ne tanto meno minacce. Ci riusciremo? Chi lo sa voi nel frattempo seguiteci.

Leave a Reply

  • (non pubblicata)