Razza umana

Pubblicato il Dicembre 28, 2018, 11:03 am
2 mins

 

La questione della razza
non m’ha mai appassionato
eppure medito, rifletto
me so pure laureato.

Così un giorno gliel’ho detto:
“Che t’ha fatto st’immigrato
per averlo maledetto?”
-Spaccia, ruba è brutto e puzza-

m’ha risposto: -Nun te basta?
Se te stupra la ragazza
e poi dopo te l’ammazza
me dirai quanto te costa!-

lo guardavo interessato
non a quello che diceva
ma alla faccia che faceva,
me sembrava spiritato.

“C’hai ragione camerata,
qui non siamo tutti uguali
c’è una stirpe disgraziata
che produce tutti i mali.

Dai confini nazionali
andrà dunque allontanata.
Tra i serpenti e li maiali
vovrà esser ricacciata.

Ma  la razza superiore,
s’assomiglia a quella impura
e pur’anco a la bastarda.

Non si vede dal colore,
ma dal grado di cultura,
s’è d’avorio o se è di merda

Così, se mi basassi sull’aspetto,
mai riconoscerei ‘sta gente sporca;
ché il vile sembra degno di rispetto,
finché non se decide ad aprir bocca.

E allora proprio come co’ te adesso
lo tiro un po’ a parlare de’ migranti
e quando che comincia a fa l’ ossesso
capisco bene bene chi ho davanti.

Però io non mi arrabbio intendi bene
ché non è colpa tua se sei un bastardo
c’è chi nasce leone e chi leopardo:
a te, t’è capitato d’esse un cane.

Per questo te sorrido e vado avanti
anzi, se voi te reggo pure il gioco:
al dunque sei soltanto uno dei tanti
vermi frustrati che se la prendono col bruco.”

Siamo dei Don Chisciotte che crediamo in un sogno, quello di dire la verità senza se e senza ma, senza costrizione ne tanto meno minacce. Ci riusciremo? Chi lo sa voi nel frattempo seguiteci.

ARTICOLO PRECEDENTE

Disordine a scuola

ARTICOLO SUCCESSIVO

Il vaccino

Leave a Reply

  • (non pubblicata)