Elisa Isoardi e il ministro Matteo Salvini: la rottura ai tempi di Instagram

La politica è cosa importante non gossip, quindi ci si chiede se non si debba ergere un muro che separi le cose
Pubblicato il Novembre 21, 2018, 10:05 am
3 mins

Ho voluto far passare un po’ di tempo perché la notizia era troppo “bollente”  ed ho preferito raffreddarla. Come sappiamo tutti la love story tra il Ministro degli Interni Matteo Salvini ed Elisa Isoardi è arrivato al termine (anche se sono stati visti insieme alla cena di gala l’altra sera). Durante la scorsa estate, a dire il vero, il chiacchiericcio che si era formato intorno alla fine della loro storia d’amore si era fatto molto insistente.

I due viaggiavano spesso da soli, lei a quanto sembra l’aveva tradito pubblicamente – era stata persino paparazzata! – e Salvini l’aveva perdonata. Così, almeno, ha riferito lui stesso sul suo account ufficiale Facebook.

Purtroppo, però, la rottura è arrivata, e secondo alcune voci – tra cui la stessa Isoardi – sarebbe avvenuta un paio di mesi prima l’annuncio. Che sia un’occasione, per Salvini, di concentrarsi molto di più sul suo dovere e sul suo lavoro?

Dopotutto, gli ultimi dati riportano che molti che lo hanno votato, a parte per l’argomento scottante dei migranti, non sono pienamente soddisfatti del suo operato. Per gli italiani, è ancora lontano quel senso di benessere e di felicità che Salvini ha sempre promesso loro.

Social Network e Politica: ma è accettabile per un personaggio che rappresenta l’Italia pubblicare la sua vita privata?

D’altra parte, sì, il governo che si è formato dopo le elezioni del 4 marzo è ancora giovane, ma è ancora valido il motto “lasciamoli lavorare”, tanto in voga nella bagarre politica dei cittadini? O il clamore politico sta andando a scemare e il governo giallo-verde sta davvero deludendo i suoi elettori?

Tornando alla faccenda amorosa, sicuramente non è stato sicuramente un gesto apprezzabile, quello della Isoardi, di pubblicare sul suo account Instagram la foto dei due, ritratti a letto, con il petto nudo di Salvini.

Alla fine, per quanto si possa o meno apprezzare la figura politica del ministro degli esteri, vederlo a petto nudo su tutti i Social, non è “etico”. In fin dei conti, stiamo sempre parlando di un uomo di spicco, che dovrebbe rappresentare il paese, ma probabilmente è cambiato l’impatto che la politica da ai cittadini, probabilmente è cambiato il modo di fare politica e probabilmente oggi l’uomo politico deve essere a tutti i costi più vicino possibile a quello che fanno le persone comuni. È un bene? È un male? Chi può dirlo? Sicuramente i fatti e successivamente le urne.

Ci si chiede, dunque, fino a che punto i social facciano bene alla politica e quanto, a volte, ne rovinino il decoro di un uomo.

Siamo dei Don Chisciotte che crediamo in un sogno, quello di dire la verità senza se e senza ma, senza costrizione ne tanto meno minacce. Ci riusciremo? Chi lo sa voi nel frattempo seguiteci.

Leave a Reply

  • (non pubblicata)